Musica in streaming: nuovi record per Spotify


L'ascolto di musica in streaming è ormai da anni un'abitudine consolidata per tantissimi utenti, che ogni giorno si collegano ai vari servizi digitali disponibili online per cercare brani e album dei propri artisti preferiti o per scoprire le nuove uscite più interessanti. A dominare la scena in questo settore è Spotify, la piattaforma che per prima ha puntato su questa modalità di distribuzione e che oggi, come certificato dai recenti dati messi online, è riuscita a battere nuovi record in termini di utenti attivi sia in valore assoluto che come crescita percentuale. Ecco il punto della situazione.

Online streaming, una tecnologia che ha rivoluzionato l'intrattenimento

Le tecnologie di streaming hanno letteralmente rivoluzionato in questi ultimi anni il mondo dell'intrattenimento, portando prima nelle case e poi nelle tasche degli italiani - grazie a smartphone e tablet - la possibilità di fruire in qualsiasi momento dei propri contenuti preferiti. Questi sistemi, infatti, non si sono imposti solo nel campo della distribuzione musicale, che pure è stato uno dei primissimi comparti a trarne beneficio, ma anche in altri ambiti, come cinema, TV e giochi online.

Se Spotify, come vedremo, vanta ogni mese centinaia di milioni di utenti attivi, infatti, non meno movimentati sono i mercati legati alla distribuzione di film, serie TV e altri contenuti video, per esempio su Disney+ o Netflix, e alla pratica di giochi tradizionali da casino come le roulette, che su servizi come PokerStars Casino vengono resi facilmente accessibili a curiosi e appassionati.

Lo streaming ha dunque cambiato il modo di intendere svago e tempo libero, permettendo a chiunque di trovare rapidamente sul web ciò che maggiormente apprezza, un'opzione che, dati alla mano, piace davvero a tutti!

Spotify batte ogni record: più di 489 milioni gli utenti mensili attivi

Soffermandoci sulla sola industria musicale, a fare notizia sono i recenti record di Spotify, che stando ai dati relativi all'ultimo trimestre 2022, ha raggiunto la quota di oltre 489 milioni di utenti attivi mensilmente. Un numero impressionante, che fa il paio con quello relativo agli abbonamenti a pagamento, arrivati a 205 milioni, con percentuali di crescita rispettivamente del +20% e del +14% rispetto all'anno scorso.

L'incremento, soprattutto per ciò che riguarda gli ascolti complessivi e quindi anche quelli gratuiti, è in larga parte da attribuire ai nuovi mercati che si stanno avvicinando al servizio (per lo più Paesi asiatici e africani), i quali sono passati da una percentuale del 12% al 28% lanciando un segnale positivo anche in termini più generale di diffusione dei servizi internet. Per quanto concerne gli abbonamenti a pagamento, invece, il tasso di concentrazione resta pressoché invariato con i Paesi europei al 39% e il nord America al 28%.

L'espansione numerica di Spotify è peraltro da attribuire anche a una diffusione sempre più eterogenea dal punto di vista demografico: non sono più, infatti, soltanto le fasce giovani a utilizzare la piattaforma ma anche chi è più avanti con l'età, un dato questo che si lega anche al ricambio generazionale avvenuto nel corso di questi oltre 10 anni di attività.

Dalle nuove categorie alla personalizzazione: come si evolve Spotify

Al di là dei dati statistici, è interessante osservare l'evoluzione di Spotify e prendere in considerazione le novità più recenti e quelle di prossima introduzione, elementi alla base di un successo planetario che non intende fermarsi. Alla crescita degli utenti a livello globale, infatti, corrispondono investimenti volti a migliorare ulteriormente il servizio e ad arricchirlo di nuove possibilità di intrattenimento.

Dalle sole proposte musicali, per esempio, in questi ultimi anni si è passati a nuove tipologie di contenuti esclusivi come audiolibri e podcast, che si stanno rivelando categorie molto apprezzate dagli utenti che ricercano contenuti di approfondimento di vario genere e sui quali, pertanto, la società intende investire espandendo il servizio a tutti i Paesi.

Non meno importanti però sono le opzioni di personalizzazione, che permettono di soddisfare in maniera sempre più efficace le diverse categorie di utenza. In questo senso, algoritmi sempre più efficienti grazie al perfezionamento dell'intelligenza artificiale e la possibilità di creare playlist su misura stanno rendendo possibile un allineamento tra uomini e macchine fino a poco tempo fa inimmaginabile.

  
  
  
Visite: 343     
Soltanto gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Per lasciare il tuo commento, autenticati inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
Non ci sono commenti degli utenti per questo articolo

Informativa
In questo sito vengono utilizzati cookie, anche di terze parti, per fornire una migliore esperienza di navigazione. Nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l'utente personalmente. Per avere maggiori informazioni clicca qui. Se continui nella navigazione di questo sito accedendo a un qualunque elemento oppure chiudendo questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.

offlineCHAT - offline
Per chattare con i tuoi amici devi autenticarti inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
0