FromBedlamToLenane


FromBedlamToLenane

Roma

Parlo di me

"From Bedlam to Lenane" è un viaggio inaspettato attraverso la musica.
Senza un itinerario preciso, Ilaria Graziano e Francesco Forni ci fanno ascoltare una musica che ha senso, che costruisce o disvela un'emozione precisa e ci mette in contatto con l’umano.
Ci mettono l'anima, non si risparmiano, reinterpretano canzoni già conosciute come se fosse la prima volta, costringendo anche noi a risc...oprirle, mischiano vecchi classici messicani e blues con creazioni originali senza farsi apparentemente nessun problema di coerenza storica o filologica.
Attraverso le 11 tracce raccontano la loro vita, conducendoci nell'intimo paesaggio del loro gusto e della loro sensibilità e questo si apprezza chiaramente dall'incredibile tecnica e maturità compositiva.
Il vero dono di questo disco è il loro modo di sentire la musica: ci portano per mano attraverso i ritmi, i generi, i suoni, i timbri, gli accordi e i colori che hanno contribuito a formare la loro irripetibile personalità artistica: ed è come se ci cedessero una parte della loro vita.
"Love Sails" è un piccolo gioiello di composizione, "Cancion Mixteca" un classico della tradizone messicana mariachi (il ritornello ti rimane in testa per almeno una giornata), "La strada" e "Rosso che manca di sera" sono due piccoli capolavori che danno i brividi per la bellezza della voce e la sensibilità dell'interpretazione di Ilaria, "On y va" di Francesco è un geniale divertissement che attraverso visioni e scenari onirici ci esorta alla fuga dal mondo reale che in effetti è un incubo, il dolcissimo duetto di Crying è la dimostrazione che, se si è disposti a rischiare, bastano due voci e una chitarra per toccare nel profondo.
From Bedlam to Lenane è un incontro tra due sensibilità straordinarie ed è sopratutto un'incontro con noi.
Ilaria e Francesco sono quella parte pregiata e ancora troppo sconosciuta della musica italiana che continua a cantare e suonare nonostante tutto, nonostante un mercato chiuso e spesso miope.
Fanno parte di quel folto gruppo di musicisti e poeti che si autoproducono e trovano pubblico nei circuiti alternativi; sono parte di quella musica che abbiamo qui sotto casa, quella musica a chilometri zero che, come tutte le cose più preziose, è solo per coloro che si trovano ad incrociare quasi casualmente la sua strada.

Musica preferita

Isobel Campbell & Mark Lanegan, Nick Cave and The Bad Seeds, Jean Baptiste (Django) Reinhardt, David Gray
  
  
  
Visite: 581     
Soltanto gli utenti registrati possono vedere foto, amici e bacheca.
Per visualizzare il profilo completo dell'utente, autenticati inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.

Informativa
In questo sito vengono utilizzati cookie, anche di terze parti, per fornire una migliore esperienza di navigazione. Nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l'utente personalmente. Per avere maggiori informazioni clicca qui. Se continui nella navigazione di questo sito accedendo a un qualunque elemento oppure chiudendo questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.

offlineCHAT - offline
Per chattare con i tuoi amici devi autenticarti inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
0