In-Giro con... gli Splitos al Mama Lousy Saloon


In-Giro con... gli Splitos al Mama Lousy Saloon

….A Playful Trip...

 

Un lungo viaggio immerso nel verde ci trasporta, a Piaggine, un paesino arroccato su una collina, nel cuore dell'entroterra cilentano..

Siamo diretti ad un american pub, il Mama Lousy Saloon.

 E' una realtà che già conosciamo, e per cui vale la pena spender due spiccioli d'impressione..

L'ambiente è ‘caldamente ligneo', le innumerevoli locandine d'altri tempi e gli strumenti musicali sparsi sulle mura rendono l'ambiente musicalmente confortevole..  

E' gestito da due coraggiosi giovani, Carmelo e la sua dolcissima sposa argentina, che, in una terra che definiremmo impervia, offrono l'armonia alle difficili notti montane, proponendo serate di una selezionata musica live, con un'accoglienza familiare ineguagliabile ed una cortesia inesauribile...Così come il brandy squisito italiano, che adoriamo assaporare in piedi, al bancone..

 

Ed è in quest'atmosfera che incontriamo gli  Splitos...

 

Un Trio dall'aria decisamente evanescente, tre personaggi bizzarri, sembrati usciti da una scatola di giochi..‘ramo fiorito' della travolgente folk rock band Il Pozzo di San Patrizio...

Ripercorrono le melodie irlandesi all'aroma di birra dei Pogues, con  uno stile inconfondibile e senza tempo, per poi tuffarsi in classici del rock anni '60 e '70. L'originalità delle interpretazioni è il risultato di un combo assai particolare: fisarmonica, flauto e batteria. La continua interazione con gli spettatori fa sì che lo stesso pubblico diventi parte trainante dello spettacolo..

......Alziamo i calici all'arte!

Dietro una ‘fisarmonica impazzita', incontriamo un'ironia quasi fanciullesca, e ci sembra che non vi sia confine tra lo strumento e le dita affusolate di questo stravagante musicista...

Il suo aspetto fiabesco e disordinato scivola tra i suoni e abbraccia qualunque nota e qualunque sguardo fugace egli incontra, in un sorriso ed in un 'glissato' disarmante...

Alla  batteria un intero cabaret, e tanti riccioli a tempo di rullante..

Lo spiamo danzare, assieme al suo strumento..e ci lasciamo trasportare dalla sua aria divertita, e dal tempo che sembra essersi fermato, nelle innumerevoli espressioni che assume tra una smorfia, una fragorosa risata ed un ‘break'..

...E siamo catturati (ahimè, indelebilmente) dall'unica emblematica figura femminile del trio.. e dalle sue unghie ‘irriverentemente' verdi...

I suoi sinuosi fiati e la voce bruciante e passionale avvolgono, come un plaid, in una notte di neve...E questa sensazione  la si assapora nella personalissima intrepretazione di ‘Memories' di Waldeck, che vibra e riscalda..

 

E' uno spettacolo in uno spettacolo, un' intera Orchestra in un solo Trio!

Il pubblico è inebriato da un'allegria che inonda tutte le cose...compresi i fusti di birra..e la notte, che oramai ci saluta..

Ci regaliamo un' ultima improvvisazione, a microfoni spenti..Amami ancora dei CCCP, sussurrata a più voci, come un arrivederci dopo una festa, come un ‘cincin-schia' fatto a più mani..!

 

E' stato un singolare e scherzoso viaggio nell'arte, attraverso una ‘scatola di giochi' ed un' interminabile armonia musicale..

 

  
  
  
Visite: 11594     
Soltanto gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Per lasciare il tuo commento, autenticati inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
Non ci sono commenti degli utenti per questo articolo
Cerca nelle rubriche
  

Categorie

Archivio rubriche

Informativa
In questo sito vengono utilizzati cookie, anche di terze parti, per fornire una migliore esperienza di navigazione. Nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l'utente personalmente. Per avere maggiori informazioni clicca qui. Se continui nella navigazione di questo sito accedendo a un qualunque elemento oppure chiudendo questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.

offlineCHAT - offline
Per chattare con i tuoi amici devi autenticarti inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
0