Ska Festival Bologna: BankRobbers + Obrint Pas


Quando: venerdì 30 settembre 2011
Dove: Bologna
Genere: Ska, Rock, Reggae, Punk, Folk
Location: Laboratorio Crash!
A cura di Ska Festival Bologna (15°edizione!), il RUDE CITY FESTIVAL riaprirà la stagione degli eventi live del Laboratorio Crash per la stagione 2011-2012, con un’altra strepitosa 2 giorni di musica ska e punk venerdì 30 settembre e sabato 01 ottobre, dopo l’incredibile successo dello Street Rebels Festival di 27 e 28 maggio con cui si è chiusa la passata stagione indoor del Laboratorio Crash! In entrambe le serate sarà garantita musica di qualità fino all’alba coi djset di Gorak e Revolution Rock, questo dopo i Live dei ben 6 gruppi che si esibiranno sul palco di via della Cooperazione 10.

Gli Obrint Pas nascono a Valencia nel 1993. E per la prima volta la “dolcaina”, strumento tradizionale valenciano incontra lo Ska, il Reggae e l’Hardcore melodico, diventando simbolo e identità della band. I testi parlano della realtà di tutti i giorni, trattando i problemi di qualsiasi giovane in qualsiasi città del mondo, il tutto condito da una massiccia dose di critica sociale.
Agli albori gli Obrint Pas pubblicano sulla propria etichetta (45 Revolucions), per poi unirsi alla Pel Fet! che persegue la stessa filosofia indipendente e alternativa del gruppo. Col passare del tempo gli Obrint Pas si impongono come una delle più popolari band che cantano in catalano, tenendo concerti in Germania, Olanda, Francia, Inghilterra, Svizzera, Italia, Croazia, Bosnia, Austria, Slovenia, Repubblica Ceca, Portogallo, Belgio, Euskal Herria, Sardegna, Marocco, Spagna, Galizia, Venezuela, Cuba e nei più importanti festival dei Paesi Catalani e dello Stato spagnolo.
Si contano sei dischi all’attivo: “La revolta de l’anima” (1997), “Obrint Pas” (2000), “Terra” (2002), “La Flama” (2004), “En Moviment!” (2005). Quest’ultimo, con DVD incluso, registrato a Valencia di fronte a più di 10.000 persone, per un evento che ha radunato una vasta rappresentanza di artisti della cultura popolare valenciana e ospiti come Fermín Muguruza (Kortatu, Negu Gorriak), Àlex degli Inadaptats, Joan Garriga dei Dusminguet, Al Tall, Tito dei Brams, Dj Chola, Soul Atac e La Gossa Sorda, insieme a molti altri: il DVD è stato per 7 settimane tra i più venduti nello Stato spagnolo.
L’ultima fatica degli Obrint Pas, dal titolo “Benvingut al Paradís” è del 2007 e vede la luce dopo il tour “Gira Internacionalista” che li ha visti attraversare molti paesi. 18 pezzi tra cui molte collaborazioni con artisti di tutto il mondo: Miquel Gil (Valencia), Alif Sound System (Tolosa), Area 23 (Caracas), Rudeman (Bologna), Abdeljalil Kodssi (Marocco) e molti altri.
Lo stile degli Obrint Pas è un mix di generi che vanno dallo Ska, al Reggae, al Folk, passando per la Cumbia e la musica balcanica arrivando a Dub, Hardcore melodico e Punk.
Gli strumenti per combattere un mondo sempre più omologato e stretto tra la morsa di un capitalismo selvaggio che perpetua le disuguaglianze sociali, sono la solidarietà e una rivoluzione che parta dalla cultura. E gli Obrint Pas ci vogliono ricordare che anche con la musica si può cambiare il mondo!

La serata verrà aperta dei BankRobbers di Lucca, probabilmente la migliore tra le ska band realmente emergenti in Italia, nati a settembre 2010 durante un concerto degli Statuto, anche se l’idea di formarsi è di un anno prima. Ritmo in levare, reggae e ska su una nuvola di pogo scandito a tempo. I Bankrobbers 2Tone partono da questo presupposto: fare ska nel modo meno artificiale possibile. Tromba, batteria, chitarra, in una mescolanza perfetta tra strumentazioni elettriche ed i fiati, conciliando testi dal carattere più spensierato e disincantato a quelli impegnati e profondamente attuali (molto importante sono le tematiche antirazziste e antifasciste che segnano tutta la produzione dei Bankrobbers). I protagonisti di tutto questo sono otto ragazzi, tra cantanti e musicisti, lucchesi, di età compresa tra i 17 e i 23 anni: il loro nome è Bankrobbers, un omaggio, senza mezzi termini, alla omonima canzone dei Clash. Con un Ep autoprodotto di quattro canzoni stanno girando per l’Italia con serate e concerti; sono entrati a far parte di una compilation a distribuzione europea prodotta dall’etichetta tedesca Mad Butcher Records e lo scorso aprile hanno suonato al Laboratorio Mu di Parma, aprendo il concerto a Roy Ellis (il cantante dei Symarip, il gruppo ska-reggae-skinhead più importante), ai The Offenders e agli Shots in the dark, entrambi gruppi già stati sul palco del Crash. Non sottovalutate questo gruppo!
  
  
  
Visite: 4638     
Soltanto gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Per lasciare il tuo commento, autenticati inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
Non ci sono commenti degli utenti per questo concerto

Informativa
In questo sito vengono utilizzati cookie, anche di terze parti, per fornire una migliore esperienza di navigazione. Nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l'utente personalmente. Per avere maggiori informazioni clicca qui. Se continui nella navigazione di questo sito accedendo a un qualunque elemento oppure chiudendo questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.

offlineCHAT - offline
Per chattare con i tuoi amici devi autenticarti inserendo nickname e password.
Se non sei un utente registrato, iscriviti gratuitamente su In-Giro.net.
0